Red Devils
Partita contro Pochi'89 - il 27.01.2019 - a Egna >
< Spiel gegen Sharks - am 18.01.2019 - in Sterzing
21.01.2019 14:24 Alter: 29 days

Partita contro Sharks - il 18.01.2019 - a Vipiteno


Prima partita e prima sconfitta nel Pick Round contro gli Sharks!

Una sconfitta che, a fine partita, suona quasi come una piccola beffa in quanto nonostante ci trovassimo di fronte un avversario molto più tecnico e più esperto di noi, quello che ha fatto la differenza, alla fine,  è stata solamente la freddezza sotto porta.

Noi partiamo come sempre deconcentrati e dopo 29 secondi ci troviamo già sotto di un gol per via di un contropiede giostrato magistralmente dalla coppia Casamassima-Kasslatter. Dopo lo shock iniziale cominciamo a giocare a broomball come sappiamo riuscendo a pareggiare in power play con un tiro da fuori di Mattia Mitter (leggermente deviato da un avversario). Entro la fine del primo tempo però gli Sharks trovano il gol del 2-1 con Pedergnana che fredda Tonno con un tiro dalla distanza. Il primo tempo finisce quindi 2-1.

L’inizio del secondo tempo è sulla falsa riga del primo ed infatti gli Sharks trovano il gol del 3-1 con un tocco sotto porta di Cappelletti dopo due buone parate di Tonno. Da qui in poi torniamo a giocare il nostro broomball fatto di corsa, giocate veloci e tanto cuore (in tipico stile Mitter) riuscendo a mettere in difficoltà i nostri avversari che si limitano a controllare i nostri attacchi e a ripartire in contropiede sfruttando la loro grande tecnica.

Purtroppo l’assalto finale non porta al pareggio sperato anche se a 30 secondi dalla fine ci viene annullato un gol in situazione di power play (preferiamo non commentare se il gol era da annullare oppure no). Oltre a questo mettiamo in conto anche una traversa e due pali, ed è proprio per questo che ad inizio articolo abbiamo parlato di piccola beffa.

Questa sconfitta comunque non ci piega il morale, anzi paradossalmente lo rinforza in quanto abbiamo visto che la distanza che ci divide dalle squadre top diminuisce di partita in partita. Sappiamo quali sono le cose sulle quali dobbiamo ancora lavorare, sta solamente a noi seguire ancora di piú coach Mitter per riuscire a colmare ulteriormente queste mancanze.

Best player SALCHER BAU: Urs Seeber (pur non avendo giocato) per essrersi messo a disposizione della squadra prima come giocatore di movimento e poi come portiere senza lamentarsi mai! Anche questo vuol dire essere un Red Devil! Bravo Urs!